Visualizzazioni totali

lunedì 31 marzo 2014

l'attesa



abituati (ed assuefatti)  al tutto ora e subito...

all'urgenza più' o meno giustificata  di un lavoro da svolgere ,

che si pone aime' molto spesso addirittura prima del saluto

(non si pretende ormai più' l'augurio di una buona giornata)...

riscoprire l'attesa ... con il suo sapore antico...

 é stato per me un evento sorprendentemente 

positivo

Se pensiamo a quanto é bello il momento in cui ci viene dato un regalo..

la nostra mente comincia a vagare in infinite possibilità' di sorpresa !

Diventiamo un po' bambini.

Alessandra, occorre fare le cose per benino...

questa vocina, dall' accento toscano, gira da giorni nella mia mente come un mantra..

ma ragione ne ha da vendere  !

Pazientare ,  aspettare fremendo, 

dominare l'istinto ad agire col rischio di un risultato insoddisfacente  , 

tenere a bada la fretta

imporsi di respirare con dominata calma ,  coscientemente

essere padroni di se' stessi

fieri di se' stessi

orgogliosi dei propri tempi di azione.


Dignita' anche nei compiti apparentemente meno importanti

Tutte cose difficili da conquistare in questa contemporaneità' che va veloce ma...

osservate...  

osservate la regolarità' di madre  natura ...

non capiterà' mai di vedere fiorire  i narcisi prima del calicanto


Buona giornata 

e

 siate presenti con fierezza in ogni vostro momento 


perché  é unico !